Venezia e il Veneto, top della bellezza

Venezia e il Veneto, top della bellezza

di Giuseppe Cerasa

 

Con la nuova edizione della Guida ai Sapori e ai piaceri di Venezia e del Veneto, abbiamo voluto fare una sorta di fermo immagine e raccontare delle istantanee che partono dalla realtà contemporanea e vanno a riannodare le fila sempre affascinanti e complesse delle pagine storiche più significative di un territorio. Senza dimenticare la straordinaria offerta enogastronomica di una regione vocataal turismo e al movimento delle genti per tradizione millenaria.

 

Il racconto, per l’appunto. Anno dopo anno lo storytelling è diventato la modalità che ci ha permesso di cambiare l’approccio e il racconto delle nostre guide. Non elenchi del telefono, ma strumenti di approfondimento, di conoscenza del territorio, delle storie più antiche, dei personaggi, degli accadimenti e delle tendenze più contemporanee. La guida dedicata a Venezia e al Veneto è un prototipo formidabile. Abbiamo scelto di fare un approfondimento sulle ville venete, autentico patrimonio d’Italia e non solo, per allargarci a dei focus mirati su Venezia splendida nei giorni del Festival, su Verona romantica e mitteleuropea, sulle ville palladiane di Vicenza, sulle chiese e gli affascinanti caffè di Padova, su Rovigo, città delle rose, sulle vie d’acqua che hanno segnato la vita di Belluno, sulle bellissime facciate delle case di Treviso. Ma siamo andati a curiosare anche nelle casseforti della memoria tirando fuori i ricordi che ci riportano a personaggi del calibro di Dino Buzzati, Fogazzaro, Petrarca,Casanova, fino a Rigoni Stern per ripercorrere poi le rotte di Hemingway tra Torcello e Venezia, il gran tour di Goethe, le pagine letterarie di Shakespeare. E facendolo abbiamo visto cosa rimane di quelle storie, di quei sogni, di quei ricordi dando nel contempo il massimo di rappresentazione del contemporaneo.

 

Ma c’era una ricorrenza che non potevamo tralasciare. Nel 2018 ricorrono i cento anni dalla fine della grande guerra. E così abbiamo pensato di dedicare a questo evento otto itinerari tra i luoghi simbolo di quelle battaglie dal Montello al Pasubio, dalla linea del Piave all’Ortigara. E in questo tour abbiamo alternato memoria e presente per rendere i ricordi più accessibili alla portata di chi quelle drammatiche vicende le ha lette solo sui libri di storia.

 

Tutto questo non ci ha distolto dal raccontare profondamente quale è la dimensione del Veneto di oggi, con le sue tendenze, le sue mode, i suoi gusti di vita, i suoi ristoranti, i suoi vini, le sue botteghe. Ma abbiamo fatto qualcosa in più. Ed ecco spuntare una sezione dedicata a cicchetti e spunciotti, un rito laico imperdibile soprattutto tra i giovani. Ecco perché una sezione nuova è stata riservata alla magnifica produzione dei formaggi e un’altra al tema dell’ospitalità con la tendenza ormai consolidata ad aprire case di pregio e palazzi ai visitatori di questa terra straordinaria. E per fotografare infine il mondo dello sci e della neve che tanta forza attrattiva esercita su turisti e ammiratori di una regione che svetta sempre più nelle hit mondiali del gradimento e della bellezza.


acquista subito!