Il gran regno di Toscana

Il gran regno di Toscana

di Giuseppe Cerasa

 

La Toscana è una regione che non smette mai di stupire. Tanta storia, tante bellezze dai mari ai monti, dal vino all’olio, dalle città alla campagna, tanta abilità confezionata e sviluppata nel tempo sul tema dell’accoglienza, tanta capacità di promozione anche e soprattutto sul piano internazionale.
Per una guida ai piaceri e ai sapori come quella edita da Repubblica, la Toscana è forse il luogo adatto per trovare spunti, storie, prodotti, per raccontare quali innovazioni transitano in cucine stellate e in
bellissime trattorie di campagna. Per scoprire insomma il bello e il meglio del Made in Italy, declinati anche sotto forma di itinerari e di distretti produttivi.
Noi che alla tentazione di cambiare registro ogni anno non ci sottraiamo mai, questa volta abbiamo provato ad entrare in Toscana da porte diverse, come quella che ci conduce agli itinerari cicloturistici, ce ne sono sei in più dello scorso anno e questo perché crediamo in un nuovo modo di fare vacanza. Poi abbiamo messo su carta degli itinerari Liberty che toccano Firenze, Livorno, Lucca, Prato, Pistoia, Montecatini, Castiglioncello. E abbiamo spalancato le porte delle terme raccontando le migliori da San Casciano a Chianciano, da Saturnia a Monsummano.

 

Ma sopratutto abbiamo trovato dei personaggi che hanno accettato di fare da testimonial alla guida e alla Toscana aprendo il forziere dei propri ricordi e dei propri gusti per raccontare il meglio di una regione a modo loro. Ci sono figure di rilievo come Roberto Cavalli, Marco Masini, Giovanni Galli, Pamela Villoresi, Stefano Ricci, Omar Petrini e tanti altri che hanno rappresentato una Toscana molto intima e personale.
E infine abbiamo pensato che una panoramica sui distretti produttivi potesse essere utile a chi vuol conoscere la Toscana delle acque, della ceramica, del cioccolato, del marmo. Dei parchi di arte contemporanea, del ricamo, degli spacci della moda, delle terrecotte e delle torrefazioni. Si va in Toscana per scoprire questo straordinario tessuto produttivo e si finisce per fermarsi, per dormire, comprare, gustare il meglio della Regione. E anche sulla tavola e sul vino troverete delle novità con centinaia di indirizzi nuovi tutti da provare.


acquista subito!