Una Regione e i segreti di storie infinite

Una Regione e i segreti di storie infinite

di Giuseppe Cerasa

Ogni luogo ha i suoi ambasciatori. Gente di passione, in grado di trasmettere emozioni, di comunicare filosofie di vita, di attrarre consensi ed entusiasmi, di indicare rotte e di svelare segreti. In questa classifica italiana di testimoni del tempo e dei luoghi il Friuli Venezia Giulia ha un ruolo di primaria importanza. Terra da amare, da vivere, da condividere, da scegliere. Terra di delizie e di stili di vita contemporanei, seppure qualche volta particolarmente agganciati alla storia che rivive ancora oggi guardando al futuro.

 

Noi in questa seconda edizione della Guida ai piaceri e ai sapori della regione abbiamo selezionato una squadra che parte dal calcio con Dino Zoff, il portiere della mitica Coppa del mondo, e passa da Bruno Pizzul commentatore principe di tanti eventi sportivi scolpiti nella memoria di milioni di italiani. Ed eccoli i loro segreti. Pizzul ci parla della sua Cormòns, del suo potere attrattivo, mentre Zoff esalta lo stile di vita e la passione per il territorio della gente del FVG. E che dire di Joe Bastianic, volto di master chef che ritorna volentieri tra le meraviglie della sua terra impegnato a produrre un vino di alta qualità e deciso a non tagliare il legame con le radici dei suoi ricordi? E Margherita Granbassi, olimpionica di fioretto, che si emoziona quando parla della malghe della Carnia? Mentre se lo scrittore e alpinista Mauro Corona non resiste all’inebriante odore del frico, la cantante Ludovica Comella racconta di adorare il San Daniele e di non sostituirlo con altro prosciutto al mondo.

 

Voci dal Friuli Venezia Giulia. Che fanno il paio con tutti i richiami che abbiamo voluto inserire in questa guida per farne un prodotto diverso dalle altre che arrivano sul mercato. A cominciare da quello irresistibile delle Ozmize del Carso, all’infinita rete delle piste ciclabili che da Gorizia portano a Budoia o che vanno verso il Natisone o l’Alpe Adria. Per poi attraversare le strade del vino e degli infiniti sapori della regione, senza dimenticare anche questo anno i percorsi della Grande Guerra, dalle Alpi Carniche a Gorizia a Monfalcone al Carso Triestino.

 

Il tutto condito con centinaia di indirizzi gourmet e di luoghi del piacere e del confort seguendo una filosofia della bellezza e dell’accoglienza che proietta il Friuli ai primi posti nella classifica italiana del wellnes, del buon gusto e della esaltazione della storia e della natura. Ecco la ragione che ci ha spinto a ripercorrere gli itinerari di quattro grandi della letteratura e dell’arte, da Pier Paolo Pasolini al Tiepolo, da Saba a Marin per ricomporre passato e presente e trovare un ulteriore filo conduttore per amare un territorio che più di tanti altri racchiude le dinamiche degli ultimi duecento anni della storia d’Italia.


acquista subito!