Viaggio tra i sapori delle Marche

Viaggio tra i sapori delle Marche

di Giuseppe Cerasa

 

A volte basta un nome evocativo e si ricostruisce una atmosfera, una storia. Si arriva fino alle origini di un territorio, di una costellazione di ambienti, di paesaggi spesso inesplorati. Ai quali si aggiungono odori, sapori, ricordi. Leggere in questa guida alla sua seconda uscita il racconto, la testimonianza di Giovanni Allevi è semplicemente emozionante, si vede quanto ci tenga alla sua terra, alle Marche ricche di prodotti e di storie, di personaggi e di memoria. Scoprire che va pazzo per i vincisgrassi e tiene a mente chi prepara i migliori spaghettini all’uovo di Campofilone è una maniera per entrare nella sua intimità che a volte lo rende così enigmatico ma anche così ricco di fascino e di talento. E che dire di Valentina Vezzali,
di Jesi, vincitrice di sei ori olimpici per la scherma, che esplora in lungo e in largo il litorale marchigiano alla ricerca dei piatti di mare della tradizione ma anche innovativi? Oppure vogliamo parlare di Iginio Straffi, l’inventore delle mitiche Winx, che si fa trasportare dal profumo del pane e dei dolci, alla ricerca dei migliori forni della regione?

 

Allevi, Vezzali, Straffi sono tre dei testimonial che abbiamo scelto quest’anno per parlare delle Marche, delle sue bellezze, del suo fascino, delle sue straordinarie capacità di attrazione, non solo perché da questa regione proviene un campionario esaltante del vero made in Italy, ma anche perché qui convivono felicemente mare e campagna, citta e borghi, artigianato e agricoltura. Certo i venti della crisi e i postumi di un terremoto devastante si sentono ancora e stanno mettendo a dura prova la capacità tutta marchigiana di ricominciare, di ripartire, di non lasciarsi andare. Ed ecco perché con la nuova edizione della Guida di Repubblica abbiamo pensato di tirare fuori gli itinerari d’autore, ingaggiando dei testimonial che credono nella ripartenza del territorio marchigiano.

 

Per queste ed altre ragioni abbiamo voluto dare spazio a quanto di meglio offre la tradizione in tema di feste e di festival. Così sulle note della musica più bella e avvolgente si snoda il lungo elenco che parte dal Rossini Opera Festival di Pesaro e arriva all’Opera Festival di Macerata, percorrendo le vie del jazz tra Ancona e Fano fino al Summer jumboree di Senigallia.  Senza voler dimenticare la danza, il teatro, il cinema fino alla Cavalcata dell’Assunta di Fermo e alla Giostra della Quintana di Ascoli Piceno. Tutto questo ed altro ancora lo troverete sfogliando le pagine del volume. Proprio perchè siamo convinti che oggi i segreti della buona tavola, dell’accoglienza, del mercato dei prodotti di eccellenza agroalimentari si sposano sempre più con la storia di una regione, con la sua cultura, con la sua capacità attrattiva in termini di proposte turistiche. Ecco dunque le linee guida della nuova edizione della nostra locomotiva del gusto che vi porterà anche quest’anno in giro verso le migliori mete delle Marche.

Vai alla pagina dedicata a Le Guide di Repubblica

acquista subito!