Riflettori accesi sulle Marche

Riflettori accesi sulle Marche

di Giuseppe Cerasa

Con la realizzazione della guida delle Marche si estende e si consolida il progetto editoriale di Repubblica che punta alla copertura scrupolosa e totale di tutte le regioni d’Italia. Un modo innovativo e vincente per accendere tutti i riflettori su ogni territorio anche il più sperduto della Penisola nella convinzione che sapere leggere e interpretare l’Italia dei comuni e delle regioni è l’unico modo per ribadire la complessità ma anche l’unicità di una Nazione che non finisce mai di sorprendere.
Una Guida nata dodici anni fa con l’edizione dedicata a Roma e al Lazio e che entro il 2017 riuscirà a capire ogni angolo della penisola che riserva sorprese a non finire. Una Guida che inizialmente era destinata in gran parte a scoprire le particolarità dell’enogastronomia e che a poco a poco si è concentrata sul wellness, sugli agriturismi, sui b&b, per comprendere nel tempo tutte le manifestazioni del folclore e della storia delle nostre regioni, ma anche per esaltare tutti i comparti produttivi occasione sì di lavoro o di shopping ma anche di approfondimenti dedicati al tempo libero.
La scelta di inserire il panorama degli impianti sciistici o del trekking di montagna o i percorsi cicloturistici, o ancora le mappe dei campi da golf, fa capire la concezione e la mission di Guide che non saranno mai l’una uguale all’altra, ma terranno conto del territorio, della storia e delle vocazioni antiche e contemporanee di popoli differenti ma nello stesso tempo legate da un profondo cordone di unicità.
La guida dedicata alla Marche è dunque alla sua prima edizione e racchiude il meglio delle sezioni sopra indicate. Ma come tutte le altre guide tiene fortemente nel conto la rappresentazione del proprio territorio, scegliendo il meglio senza dare voti. Così non troverete nessun ristorante che scende in competizione con un altro per guadagnare lo scettro di primo della classe. Noi invece ci affidiamo alla descrizione e ad un lavoro prettamente giornalistico, facendo una selezione dal basso e separando all’origine i locali che poi vengono inseriti in guida da quelli che non meritano neanche una visita.
La scelta del non voto ci ha permesso di spaziare con grande libertà tra ristoranti, osterie, pizzerie, etnici, ma anche di raccontare le storie di centinaia di botteghe del gusto, di agriturismi e b&b disseminati lungo tutte le Marche. Unica eccezione la scelta e il focus sui migliori produttori di vino che ogni anno cercano di differenziare e migliorare la propria produzione rispetto ad un mercato in costante evoluzione. E infine nella guida troverete in esclusiva per voi la selezione di ricette dei migliori cuochi della regione.

acquista subito!

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle iniziative editoriali che puoi trovare in edicola con Repubblica e L'Espresso.


Servizio Clienti

199.78.72.78

Per chi chiama da telefono fisso


Per chi chiama da telefoni fissi o cellulari

0864256266